Raffaella Salmaso è la Portavoce regionale

Le Donne democratiche del Veneto hanno una nuova portavoce. È Raffaella Salmaso, 52 anni, ex Assessore nella giunta di centrosinistra del Comune di Rovigo, già segretario cittadino del Partito Democratico nel capoluogo polesano e attuale portavoce delle Donne democratiche della provincia di Rovigo.

La Salmaso è stata eletta dalla Conferenza regionale delle Donne Democratiche riunitasi a Padova. Le oltre cento delegate hanno scelto la Salmaso all’interno di una terna di nomi, che comprendeva anche la padovana Sara Puddu e la veronese Stefania Bozzi.

I lavori della Conferenza regionale sono stati aperti dagli interventi del segretario regionale del Pd Rosanna Filippin e dal capogruppo in consiglio regionale Laura Puppato. “Dal movimento delle donne – ha ricordato la Filippin – è partita la riscossa dei movimenti contro il degrado della politica offerto dal governo di centrodestra. E il ruolo delle donne, nella società e nelle istituzioni, dovrà necessariamente essere uno degli indicatori essenziali per misurare la svolta che le forze dell’alternativa riusciranno ad imprimere al paese”.

Promozione di un metodo di fare politica e amminstrazione al femminile, centrato cioè sul prendersi cura, e applicazione a tutti i livelli del principio di parità di genere, a partire dalla nuova legge elettorale del Veneto, due degli obiettivi indicati dalla Salmaso, che però non dimentica altre priorità: la battaglia contro i tagli dei livelli di assistenza nel futuro Piano Socio Sanitario regionale, quella contro i tagli al sistema di istruzione e formazione e il sostegno all’occupazione e all’imprenditoria femminile.