Donne in politica a caccia di parità

Alla Camera una proposta di legge bipartisan: un eletto su tre sarà femmina. Sbrollini (Pd): «Voto storico, vediamo chi ci sta»

 

Sgomitano in mezzo alla calca. Chiedono spazio, rivendicano il diritto alla parità, all´equilibrio di rappresentanza negli incarichi pubblici e nelle assemblee elettive. Lo fanno da tempo, le donne in politica, ma mai come in questa fase gli spazi sono ristretti. Sempre di più. E per tutti, maschietti compresi. Crescono le aspettative – femminili -, calano i posti – in politica: via le Province; dieta dei Cda delle società pubbliche; verso il taglio delle poltrone il Parlamento nazionale. riforma permettendo. tessa cosa.

 

Leggi tutto

Bando alle mimose, avanti l’impegno politico e sociale!

 

Di Germana Urbani

( Portavoce provinciale della Conferenza delle Democratiche)

 

 

"Come Democratiche padovane ci piacerebbe che l’8 marzo, festa delle donne, fosse l’occasione per riflettere prima che per festeggiare.

Sono molti gli argomenti che oggi ci stanno a cuore e per i quali stiamo lavorando sia sul territorio che a livello parlamentare.

Il primo riguarda il mondo del lavoro vittima di una crisi che colpisce soprattutto le donne, le prime a essere licenziate.

Il secondo impegno è il nostro sostegno calle Parlamentari del Partito Democratico, impegnate nell'approvazione della Nuova Legge Elettorale (Proposta di Legge 3466) per la promozione della rappresentanza di genere nei Consigli Regionali e negli enti Locali.

 

Leggi tutto

10 marzo: Le donne padovane e l'Unità d'Italia

L'impegno delle donne in politica a Padova parte da lontano. Così noi della Conferenza provinciale delle Democratiche abbiamo scelto di organizzare un evento Sabato 10 marzo, alle ore 17, in sala Paladin a Padova, che ricordasse quelle donne che già al tempo di Mazzini e dell’Unità d’Italia erano impegnate politicamente. Sono molte le padovane i cui volti e scritti sono riemersi dal nostro prezioso Archivio di Stato e sarà interessante rileggere la passione con cui credevano nella causa e si battevano perché quel sogno di unità nazionale si realizzasse.

Riforma del lavoro? Intanto ripristiniamo la 188

“Una buona riforma del lavoro? Quella che ripristinerà regole chiare contro le dimissioni in bianco”. Alla vigilia della giornata nazionale di mobilitazione promossa per domani per il ripristino della legge 188, è questa l’indicazione che dà il Partito Democratico del Veneto, attraverso la Portavoce regionale delle Donne democratiche Raffaella Salmaso. Durante la giornata sarà consegnata a tutte le prefetture una lettera frutto delle riflessioni elaborate in questi giorni da un vasto arcipelago di realtà del mondo femminile.

 

leggi e scarica il documento

Lavoro: si scometta sulle donne a partire dal sud

La crisi non è un incidente di percorso, ma il frutto di una impostazione sbagliata, di riforme mancate, degli errori della destra. Serve una strategia complessiva che possa combattere la recessione e rilanciare l'occupazione ripensando a modelli alternativi e differenti di vita e di consumo. Non c'è una bacchetta magica, ma ci possono essere azioni utili a sostenere il lavoro ed il welfare. Le donne hanno pagato il prezzo della crisi e delle politiche della destra e stanno sostenendo i costi del risanamento. Per questo sarebbe importante che il governo affronti il capitolo del lavoro delle donne, a partire dal Mezzogiorno, attraverso la convocazione di un tavolo con le forze sociali, sindacati, enti locali e aprendo una grande discussione politica.

 

Leggi tutto

Veneto e violenza domestica: quasi un omicidio al giorno, quasi sempre donna

È la primavera la stagione che registra la maggiore incidenza di omicidi o tentati omicidi (31%), giugno il mese con la massima concentrazione (12 casi, 14,2%) e il giorno della settimana è il mercoledì con il 22,8%.

Riguardo all’età, le vittime sono per lo più appartenenti alla fascia dei minori e a quella degli anziani (ultra65enni). L’età media è complessivamente più bassa per gli autori rispetto a quella delle loro  vittime, vittime che trovano la massima concentrazione nella fascia dai 31 ai 40 anni, la stessa in cui si riscontra la massima incidenza degli omicidi. L’età media delle donne vittime di violenza è 43,9 anni, mentre degli uomini vittime scende a 37,2.

 

Leggi tutto

visita il sito

Appuntamenti

I nostri video